BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



29 mag 2015

Albero, amico mio


Albero, amico,
tanto simile a me, .
così greve di musica
sotto le dita del vento
che ti sfogliano
come una fiaba,
albero
che, come me,
conosci la voce del silenzio
che dondoli
nel profondo le tue ciocche verdi
il fremito delle tue mani vive,
albero
amico, .
 amico mio
perduto come me
perduto nel cielo
perduto nel fango
verniciato di luce danzante
dalla pioggia,
albero,
eco della pena del vento
della gioia degli uccelli,
albero spogliato dall'inverno,
ti guardo per la prima volta...


L'autrice è Miou Drouet, quando scrisse questo componimento aveva appena otto anni.
La poesia è stata letta da Bona durante l'incontro alla Libreria Gengis Khan 

28 mag 2015

Pronomi

Lui fa il treno
lei fa il fischio
loro partono.
Lui fa la corda
lei fa l'albero
loro dondolano.
Lui fa il sogno
lei fa la piuma
loro volano.
Lui fa il generale
lei fa il popolo
loro dichiarano guerra.


Dunya Mikhail, poeta Araba che ci ha fatto conoscere oggi Rosa durante l'incontro che si è svolto presso la libreria Gengis Khan, dedicato a poesie alle quali siamo particolarmente legate. 




Partecipo al gioco - Mondrian






Mondrian 

Linee verticali
Orizzontali
Straordinariamente
in volo
Si cercano.
Una griglia di incontri
che imprigiona arcobaleni
Una luce d'oro resiste
Sotto il rosso
Oltre il blu
Peccato non frugare
oltre la grata
che ti è compagna
ma ti fa prigioniera
Allontanandoti dalle origini
Oscurando
la Terra Madre.


Marisa

25 mag 2015

Giocando con le parole

(Pollock)


Durante l’ultimo laboratorio di scrittura condotto da Feliciana, come conclusione alla serata, abbiamo giocato con le parole. Ognuna di noi ne ha scelta una dal foglietto pescato ad inizio laboratorio, lavoro preparato da Feliciana, con poesie e citazioni.
Con queste parole obbligate, abbiamo composto dei pensieri.
Le parole sono queste

Peccato-Straordinariamente-Arcobaleni-Griglia Frugare-Compagna- Volo-Terra-Resiste








La compagna resiste alla griglia
che va da terra in volo sugli arcobaleni straordinariamente belli,
peccato frugare in cielo.

Paola

Peccato che tra arcobaleni
straordinariamente belli una griglia in volo resiste alla compagna
che da terra vuole frugare tra le nuvole.

Paola

                                                                               


Cara compagna, vai a frugare nella terra, vedrai in volo la griglia che resiste Trasformarsi straordinariamente in arcobaleni senza peccato.

 Lucia                                                                                               
                                 
Se la compagna senza frugare nella griglia resiste al peccato, in volo si solleverà da terra, e straordinariamente troverà  gli  arcobaleni.        

Lucia

(Matisse)
Alla griglia di partenza
 ho sognato arcobaleni 
che cancellino il peccato,
e ho inventato qualche volo
per guardare la terra dalle nuvole.
Ho cercato di frugare tra le stelle
per trovare
quel sogno che resiste al tempo:
invano
Ma straordinariamente  una compagna
mi ha preso per mano.

Luisa


Un nuovo arcobaleno
ha dipinto il mio cielo
e la sua griglia colorata
 illumina la terra.
Scuotendo la memoria,
mia compagna inquieta,
va a frugare nel passato
scordando un remoto peccato.
Mentre invento un nuovo volo
per la mia anima che
straordinariamente resiste.

Luisa
                                                     
                                  Michael Gorban


Straordinariamente,
il volo compagno degli arcobaleni
resiste fino a frugare nella terra;
peccato che la griglia si spezzi!

Linda
                                 
                                     
Con la mia compagna volo tra cielo e terra.
Ancorata ad una griglia resiste, la noia.
Peccato!
Oggi oso frugare nei miei sogni
e, straordinariamente,
trovo arcobaleni.
                         
Giovanna

                                                                            
Straordinariamente resiste
Il mio volo oltre la terra.
Nessuna griglia mi trattiene:
mi è compagna la fantasia.
Da lassù
riesco a frugare tra le emozioni
e… scoprire arcobaleni.
Peccato dover ritornare!



Giovanna





Come griglia colorata gli arcobaleni si stagliano nel cielo.
Resta a frugare, incerto, tra le nubi il sole
che resiste straordinariamente.
Il volo bianco dei gabbiani 
completa l’incanto su un mare color inchiostro.
Mentre a terra restano pozzanghere, 
rami spezzati, disordine e inquietudine.
Peccato... oggi mi rimane come compagna la malinconia.


Betty


Resiste e persiste una griglia
nella mia anima allo sbaraglio
che non mi permette di frugare
e cercare arcobaleni sereni,
straordinariamente colorati.
Compagna la terra come sorella
che mi lascia libera in un volo
nel cielo fattosi ormai oro.
Peccato la pioggia sciolga nuvole spumose
che diventano sempre più insidiose.


Betty



Nella griglia del peccato
ho trovato straordinariamente
i più luminosi arcobaleni.
Si resiste nel volo quotidiano su questa terra
solo così.
Mentre il maschio cerca sempre una compagna:
lo troverai a frugare ovunque
mai dove la potrebbe trovare 
ovvero, nei ricordi.
                            

Feliciana




Cara compagna, ama il tuo caos.
Peccato te ne stia aldilà della griglia, non vedere arcobaleni, frugare in un passato che non passa, rinunciando al volo e rimanendo con i piedi piantati in terra.
Sei una donna che resiste per non aprirsi straordinariamente alla vita.

Silvana

24 mag 2015

Chioma fiorita




Un giorno vorrei farmi una chioma così…
fiorita, colorata e pure molto profumata!
Una chioma ingombrante ed elegante,
da regina o principessa di primavera
che quando esco a far la nonna
paio proprio una gran donna…
Non solo per dimensione, 
ma per l’elegante testone, 
che così carico e fiorito pare un giardino proibito!


(perdonatemi, ma sono così, ogni tanto qualche pensiero profondo mi assale e non lo trattengo, meditate sulla forma e il contenuto dello scritto, anche se comprendo sia un compito assai arduo!) 

LASCIA SIA IL VENTO




Lascia sia il vento a completar le parole
che la tua voce non sa articolare.
Non ci occorrono più le parole.
Siamo entrambi il medesimo silenzio.
Come due specchi, svuotati d’ ogni immagine,
che l’uno all’altro rendono
un semplice raggio. E ci basta.

(Margherita Guidacci)



PER MARISA

Buon compleanno anche a te Marisa
Questi tulipani sono arrivati direttamente dall'Olanda... purtroppo in ritardo.
Speriamo ti siano graditi ugualmente!




Da tutte noi donneinpuntadipenna

PER LINDA


Da tutte noi donneinpuntadipenna 



BUON COMPLEANNO


22 mag 2015

Attendo

Odore di terra secca,

sotto un sole che brucia.

L’asfalto stride,

lontano.



Mi stendo su zolle di sasso,

allargo le braccia e attendo.

Attendo che i rami

Fioriscano ancora,

di rosso e di bianco,

attendo l’odore di pioggia.



Chiudo gli occhi

Non penso, non guardo, non dico.

Dimentico.

Le mie lacrime le beve la terra.





21 mag 2015

In silenzio





Scrivo parole ogni giorno.
Non so dove arriverò,
scrivendo.
So che potrei tacere.
Colui che sa, non parla.
Muto nel ventre del tempo
dove uomini gridano, anche.
Lo sguardo
basterà per comprendere e dire
quanto la voce non dice.
Sfioro ogni istante, ogni giorno
l’urlo e il tuono. Vivo intorno.
Potrei fermarmi e attendere.
In silenzio.

Margherita Guidacci