BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



18 apr 2012

Primavera


Un giorno di fine inverno, alzando gli occhi dallo scontrino dell’Eurospin, ho visto un enorme stormo di uccelli neri volteggiare nel cielo azzurro. Le forme create dallo stormo erano sinuose, dolci, eleganti, sempre diverse.

Gli uccelli erano animati da un’unica volontà? Godevano dell’aria, del sole, del cielo sereno? Era un inno collettivo alla vita? Che voglia di unirmi ad essi e sgravarmi di questo peso terreno!

Sono rimasta come un’idiota con il viso rivolto a tanta bellezza. Mi sono poi guardata intorno per condividerla, ma nessuno, proprio nessuno, sembrava notare questo fenomeno, per me raro.

Ieri mi sono fermata improvvisamente, al centro del marciapiede, incantata dalla visione di una enorme magnolia giapponese in fiore: una nuvola rosa.

Un simbolo della vita che si rinnova ogni anno. Allo stesso modo della nostra mente che cerca nuova linfa al ritorno della primavera.

Sono stata riportata bruscamente alla realtà dalla spinta ricevuta da una “dolce signora”, indispettita dal mio inutile sostare sul pubblico terreno.

Ah! Vorrei vivere in una città che non esiste, dove condividere con i propri simili la bellezza della natura. Non in questa dove tagliare un albero rigoglioso, per sostituirlo con un posto macchina, è considerato il massimo della felicità per i suoi abitanti.

2 commenti:

Lucia ha detto...

Che bello il tuo racconto Annamaria ! E' capitato spesso anche a me d'incantarmi per le meraviglie del creato e voler condividerle con altri (perché ci renderebbe più felici), e trovare indifferenza e spintoni alla cruda realtà.Ma quegli attimi li, chi ce li puo togliere? Sono e rimangono nostri ! E' UN PREVILEGIO ! NON TI PARE ? Peggio per chi non sente,non vede e non condivide. Un caro abbraccio

Marisa ha detto...

“Se si insegnasse la bellezza alla gente,
la si fornirebbe di un’arma
contro la rassegnazione,
la paura e l’omertà.
All’esistenza di orrendi palazzi
sorti all’improvviso,
con tutto il loro squallore,
da operazioni speculative,
ci si abitua con pronta facilità,
si mettono le tendine alle finestre,
le piante sul davanzale,
e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima,
ed ogni cosa, per il solo fatto che è così,
pare dover essere così
da sempre e per sempre.
È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.” (Peppino Impastato)