BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



23 dic 2011

LA CANTA DE VERONA






Se mi dovesse far un bel Presepe
par farghe un nial al fiol de la Madona
me bastaria guardar la me Verona
e restaria incantà fin San Giusepe
    se mi dovesse far un bel Presepe.


Me par che un  più bel sito no 'l ghe sia,
nato così dal sogno e da l'amor;
è passà 'n angioleto con un  fior:
l'à dito pian pianin "Ave Maria"
    me par che un più bel sito no 'l ghe sia.

Ghè le ciesete, le casete rosa
co i copi rossi, el verde fiumesel
che 'l te fa un schiribisso, el so castel
d'Erode, là, che 'l domina ogni cosa
    ghè le ciesete, le casete rosa.

E l'aria imboressada che te incanta,
in ciel un sol che mete 'n'alegria,
la note po' l'è tuta poesia,
par sempre festa granda, festa santa
   e l'aria imboressada che te incanta.

Se mi dovesse far un bel Presepe
par farghe un nial al fiol de la Madona
me bastaria 'n'ociada a ti Verona
e restaria de stuco San Giusepe
   se mi dovesse far un bel Presepe.

Basta un s-ciantin de quela fantasia
che dona Monte Baldo a quei che sente
che vien dal cor, sensa strussiar la mente
par far 'na costrussion d'ingegneria
    basta un s-ciantin de quela fantasia.

Comprar 'na stala co le piere rosa
par metarghe la grepia con el fien
i è tuti schei butadi : no convien;
mi faria presto a sistemar 'sta cosa
    sensa la stala co le piere rosa.

Un Bepi, 'na Madona, un buteleto
trovadi lì par lì in te 'nà casa
e regalarghe, proprio parchè i tasa,
un mussetin, un bò, un cesteleto
     par farghe col bombasin el leto.

Eco el Presepe che voria far mi.
Un pò de pace al fiol in te la cuna
a far da stela pensaria la luna
bassa, nel centro giusta, messa lì :
     eco el Presepe che voria far mi.

Quando le piere canta in poesia
tase 'l fringuel par ascoltar 'sta canta
e tase  'l vento, no se moe 'na pianta,
ghè la Madona drento 'st'armonia
     quando le piere canta in poesia.

E la Madona l'è tuta Verona
el ciel l'è 'l sò vestito celestin
in meso a le coline gh'è 'l Bambin
e San Giusepe l'è  "la gente bona"
     e la Madona l'è  tuta Verona


Mario Salazzari


Che sia per tutte un sereno Natale, ancora Auguri. 




                                                                 

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie, cara Luisa, buon natale a te e a tutte e tutti
Silvana

Lucia ha detto...

Cara Luisa, Grazie di averci regalata la poesia di Salazzari.
Tanti cari auguri di BUON E FELICE ANNO a te e Renato.

Lucia ha detto...

Cara Luisa, Grazie di averci regalata la poesia di Salazzari.
Tanti cari auguri di BUON E FELICE ANNO a te e Renato.