BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



27 dic 2010

UNA GIORNATA PARTICOLARE (Tempo rubato)


Ora che non lavori più cosa fai? Ti annoierai, sono lunghe le giornate, senza l'impegno del lavoro!”
Mi ritengo allora fortunata: le mie giornate sono persino troppo brevi per fare tutto ciò che desidero fare. Il tempo mi sfugge, i giorni sono intensi di impegni e progetti da realizzare e la sera mi ritrova soddisfatta, sfinita e fortunatamente spesso troppo esausta per affrontare i pensieri che ricaccio là in fondo..
La notte sul comodino c'è ancora un' amico che mi aspetta paziente, silenzioso nel resto del giorno : muto.
Muto forse per gli altri, ma io la sento la sua voce, il suo richiamo è come un ultrasuono che penetra in me, proprio non posso spegnere la luce senza averlo coccolato ed essermi coccolata con le sue pagine con la trama di altre storie, estraniandomi dalla mia vita per calarmi in altre vite.
Ho letto ieri un' articolo che parlava di Tempo Rubato ed affermava:
Ciò che ci rende uomini è il diritto di fermarci e di pensare”
Oggi mi sono presa un giorno di “libertà dal mio tempo libero”, mi sono fermata ,a dire il vero,complice un intenso mal di testa, sono rimasta a poltrire per ore, senza nemmeno la forza di leggere, trascurando anche il mio amico fedele.
Considero però che mi serve ancora e sempre un' alibi ( il mio malessere) per permettermi ore di ozio totale.
(Ma questa è un' altra storia)
Oziando però ” i pensieri che non voglio pensare,” approfittando della mia inerzia, mi invadono pur sapendo di non essere i benvenuti; ed il riposo diventa fatica, la mente libera da appuntamenti, va a stuzzicare piccole ferite, all'apparenza insignificanti, simili a  minuscole lacerazioni, che se pur quasi invisibili, bruciano molto e si rimarginano faticosamente.
Sono trascorse ore, ma il dolore alla testa persiste, ignorando l'analgesico.
Nella ridda di pensieri monotoni, invadenti, si è fatto spazio ,prepotente, il bisogno di scrivere, cura sempre efficace per darmi un breve sollievo e ora sembra calmare anche il mal di testa....
;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;
Ciao amichedipenna e buona lettura (il libro consigliato da Corinna è molto intrigante)

Un abbraccio a tutte e che il nuovo anno sia generoso di tutto ciò che il vostro cuore desidera.
Luisa 


Nessun commento: