BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



04 feb 2010

BILANCIO E INVENTARIO


COSA SO? COSA CERCO? COSA SENTO? COSA CHIEDEREI SE DOVESSI CHIEDERE?

Cosa so?
Mi chiedo spesso cosa so. Perché mi capita sempre più spesso di non sapere. Di trovarmi improvvisamente senza una risposta che comunque so con certezza essere dentro l’intrico dei gangli di questo cervello scombussolato.
Dopo alcuni tentativi di riattivare sinapsi interrotte entro in standby. Provo allora un fastidioso senso di smarrimento; è come accendere la luce al neon, vedere qualche lampo disordinato e tornare al buio.
Ci sono momenti in cui mi chiedo se il mio cervello non sia troppo sovraccarico e compresso di informazioni e ricordi. Altri in cui lo immagino svuotato dal server con la censura di qualche file o la sospensione di links importanti.
Generalmente se devo dare una risposta e non la trovo “passo” come si usa dire a poker. Mi accade però di passare sempre più spesso con la scusa che “beh, non è poi così importante”. Dovrei preoccuparmi? Temo il guasto dell’hardware o lo sputtanamento del software.

Cosa cerco?
In questo momento non cerco un granché. Ho già avuto molto e ho vissuto pienamente. Ecco potrei dire quello che non cerco: non cerco fastidi e guai. Sto alla larga dai conflitti e dagli impegni non graditi o dalle frequentazioni che possono procurarmeli. Viaggio leggera e faccio soltanto le cose che mi piacciono. Ho stabilito priorità nuove.

Cosa sento?
Vivo in un limbo affettivo che non è una deriva ma soltanto una attesa, una sospensione. Sento un grande vuoto ma anche l’indisponibilità a colmarlo. Sento l’importanza della parola amicizia, anche se ho ancora tanti interessi che curo da sola.

Cosa chiederei, se dovessi chiedere.
Non ho particolari desideri o aspirazioni, non in questo momento. L’unico desiderio è una vacanza altrove. Ne faccio in continuazione e ne apprezzo la funzione rigeneratrice, una sorta di sospensione spazio-temporale dal presente.
La mia vita non è mediocre; è diversa, velata di malinconie e tristezze che cerco di ignorare. Piena di impegni che cerco di onorare.
Si, forse c’è una cosa che cerco, il ben-essere cioè lo stare bene con me stessa.
Vi regalo la preghiera che talvolta ripeto, trovando conforto.
Anche se il mio è un Dio particolarissimo, la suggerisco agli amici.
Rivolgetela al Dio che più vi aggrada.

Dio dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso
e la saggezza di conoscerne la differenza.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Cosa sono questi misteri?
Comunque,chiunque tu sia , mi piace molto ciò che scrivi.
Ciao Adriana

Betty ha detto...

Questa volta credo (spero) di non sbagliare.
Mi sembra lo stile di Marisa, mi sembra. Che oltre ad aver fatto un corso d'inglese, forse sta frequentandone uno anche di computer, visto il linguaggio altamente tecnologico.
Anche se ho dovuto leggere il significato di alcuni termini (vedi gli stimoli che la lettura può procurare!) è un testo dolce-amaro di grande piacevolezza.
Ti muovi bene nel ricercare un tuo equilibrio. Ti ammiro.
Con affetto, Betty

Anonimo ha detto...

Fin dalle prime righe: Marisa, leggevo e immaginavo le inflessioni della tua voce, sei tu in ogni parola e sono parole molto intense e belle,è come sempre un piacere leggerti, grazie
un abbraccio Luisa

Dammi conferma non ho sbagliato vero??

Anonimo ha detto...

Per prima ho creduto a una S, ma pensandoci bene era molto improbabile, allora ho optato per C, ma ragionando attentamente sono sicura per M...

Ciao F.

giovanna ha detto...

Cara
M isteriosa
A mica
R egalaci (sempre)
I ntriganti
S uadenti
A ccordi

con affetto
annavoig