BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



11 gen 2010

Di terra in terra,una geografia dei luoghi...

Spostarsi implica sempre dei cambiamenti sia che si vada da una contrada all'altra dello stesso borgo, sia che si passi da una città all'altra, sia che si varchino i confini di uno Stato.
Naturalmente, le trasformazioni saranno più rilevanti più è ampia la strada da percorrere.
Pur essendo nata in un minuscolo e sperduto paesello di montagna, ho sempre amato viaggiare: sia con la mente che di persona.
Ho colto al volo ogni occasione o invito...per vagare, incontrare persone nuove, realtà diverse, paesaggi diversificati.
Ho viaggiato dall'Alpe alla Trinàcria, vissuto per alcuni mesi in Toscana e in Sicilia,per due mesi in Svezia, per alcuni anni a Breno, per un anno a Ossimo Inferiore,per 18 anni nel mio paese natio.
Ora, da 25 anni abito a Verona (Via Nicola Mazza, Vicolo Fondachetto, Via Trieste,Via Dei monti...)
Tutti questi spostamenti e i numerosi viaggi per diletto, mi hanno messo a confronto con tradizioni, usi e costumi diversi e mi hanno aiutato ad aprirmi e ad accettare (senza pregiudizi) i differenti modi di vivere e di essere.
Quando penso al viaggio, mi viene, tuttavia,spontaneo riflettere sull'emigrazione e immigrazione di flussi di persone che spesso non si muovono spontaneamente.
Stamane, mi è capitato di scovare un extracomunitario frugare dentro il cassonetto dove stavo deponendo la spazzatura...
Alcune persone che per motivi politici, di lavoro, di necessità hanno dovuto abbandonare la loro terra ora si trovano ad affrontare una vita di stenti, di discriminazioni e soprusi.
La stessa sorte toccò a milioni di italiani nel passato, i quali partirono in massa con le valigie di cartone e vagarono di terra in terra sopportando miseria, maltrattamenti,ingiustizie e razzismo.
Ma questo sembra che tanti italiani l'abbiano proprio dimenticato.

2 commenti:

betty ha detto...

E' molto bella la descrizione dei diversi luoghi che hai attraversato durante la tua vita.
Una geografia vissuta intensamente, sia da un punto di vista umano che culturale.
Ti abbraccio, Betty

Anonimo ha detto...

Grazie Betty, sei molto gentile.
Un grande abbraccio
Adriana