BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



24 nov 2009

CONDIVIDO IL "MIO" LIBRO
Io non posso raccontare un libro letto d'estate, perchè ne ho letti così tanti che nemmeno li ricordo. Alcuni emozionanti, interessanti, altri completamente privi di significato.
Voglio allora condividere con il gruppo il mio "libro da comodino", qello che da anni vive con me. Letto, riletto, fino in fondo o aperto a caso; quello che apro ogni volta che mi sento triste o stanca o non mi sento triste ma cerco un amico che mi stimoli o mi ispiri o mi sedi.
Il libro si intitola "Memorie di Adriano" ed è, nella finzione letteraria, l'autobiografia di un imperatore che diventa sempre meno imperatore man mano che la malattia progredisce (Adriano muore di "idropisia del cuore" adesso lo chiameremmo scompenso cadiaco) e lo trasforma prima in un uomo, poi in un corpo. E' un corpo stanco, malato, che non si presta più all'azione e, proprio per questo, libera la mente, la lascia prevalere.
Adriano racconta e si racconta, ma ciò che si legge non è solo la sua storia, è un insieme di riflessioni sull'essere umano confinato dal ruolo sociale, limitato dalla propria condizione fisica,
Adriano è stato potente e, come tale, solo. Circondato dalla folla, niente ha condiviso; solo la solitudine l'ha reso membro dell'umanità.
Adriano si racconta come uomo, ma come solo una donna può fare. E' questo che lo rende prezioso, perchè le sue riflessioni sono vere, sono universali.
Adriano è per me l'amica che ogni tanto vorrei incontrare.
Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar (1951) si trova in ed. Einaudi o, più recente, Feltrinelli
(volevo inserire la copertina ma davanti a questa immagine della scritrice non ho resistito)

Susanna

4 commenti:

Lucia ha detto...

L'ho letto anch'io tanti anni fa,e come per te, é stato l'amico di comodino per molti anni. Grazie Susanna per avercelo ricordato.
Lucia

Lucia ha detto...

P.S.La foto che hai scelto é stupenda ! Grazie ancora, Lucia

giovanna ha detto...

E' parecchio che non trovo la serenità per leggere un buon libro, penso ti faccia piacere sapere che mi hai "intrigata".
Grazie della tua costruttiva e propositiva presenza
Giovanna

yellow ha detto...

Bellissimo.