BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



27 set 2009

LE ALI DI FRANCESCA

"Le ali ai piedi" del Prof. Duccio Demetrio e di Emanuela Mancino
nella Biblioteca Civica - Sala Foroni.
Riflessioni su miti e simboli, su Atalanta ed Hermès, a seguire un mini laboratorio di scrittura autobiografica su tema.

"LE ALI" di Francesca

Io le ali le ho sempre usate.
Da bambina, volando tra nuvole barocche in corsa col vento in mutevoli figure, sognando immagini fantastiche: battaglie, navi, luci.
Quello che, già allora, più mi sorprendeva, era che tornando con i piedi per terra tutto mi appariva tranquillo e sicuro.
Adesso gli anni sono passati e non smetto di volare, a volte per fuggire da una giornata o da un periodo di grande confusione, da eccessivi inutili stimoli.
Infinite cose da fare, sempre con urgenza e inderogabilmente, ma non è vero.
....... So che bastano un paio d' ali per volar via.

DEDICATO A CHI C'ERA

Odio le stupide lacrime
Che tradiscono la mia anima
Che la svelano e la spogliano
Lei non vuole mostrarsi nuda
ed esporre le pudende a sguardi avidi
Odio le tiepide lacrime che salgono
Figlie di una ghiandola
greve di umor acqueo.
Odio queste testimoni
della mia vita distrutta.
Le odio, le puttane, e le combatto
a colpi di micidiali benzodiazepine.
Voi, lacrime lamentose, attente …
Vi dichiaro guerra, armata di serotonina.



Vi voglio bene, tutte voi che c'eravate Ma anche chi non c'era. Marisa

24 set 2009

ANGHIARI

Care tutte,
sono tornata da Anghiari, giornate intense, ma molto belle. Quest'anno l'evento era più per addetti ai lavori, anche se la ricorrenza decennale della LUA ha attirato comunque molti interessati. Per l'occasione sono stati pubblicati due testi. Una raccolta di frammenti di biografie dei partecipanti alla scuola nel corso di questi anni, e un insieme di interviste fatte ai fondatori e collaboratori della scuola. Il programma poi, oltre a impegnare in un confronto sulla scrittura per capire come si muove questa pratica nelle varie regioni d'Italia, ha sviluppato temi interessanti quali ad esempio il rapporto tra immagine e racconto di sé. In proposito ricco e originale è stato l'apporto di esperienze condotte da artisti-fotografi ed esperti di fotomontaggio. Sono state poi premiate delle autobiografie molto coinvolgenti ed un riconoscimento importante assegnato a Saverio Tutino, fondatore della Libera oltre che dell'Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano. Insomma ho trascorso giornate cariche di stimoli, di relazioni ....e di emozioni che ho condiviso con Sandra, Elvira, Ilaria e Stefano.
Come sempre Anghiari val bene il lungo viaggio!
Adesso tocca a voi esprimervi con Demetrio. Sono certa che andrà tutto benissimo e che mi darete soddisfazione. Un in bocca al lupo affettuoso, corinna

21 set 2009

VALORE

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso
involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato,
due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente
e quello che oggi vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di
scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere
permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza
ricordare di che.
Considero valore sapere in una stanza dov'è il nord, qual
è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il  viaggio del vagabondo, la clausura
della monaca, la pazienza del condannato, qualunque
colpa mia.
Considero valore l'uso del verbo amare e l'ipotesi che esista 
un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.


Erri De Luca

E' per me una "considerazione di grande valore" questa riflessione poetica di Erri De Luca, ha rubato le parole che abitano dentro me, non ho potuto che trascriverle.

20 set 2009

Omaggio a Teresa Sarti Strada

Ha dato le ali al sogno di emergency

Ha detto Cecilia Strada:"Mio padre volava e la mamma dietro a costruirgli le ali...".
Quel padre, Gino Strada,non sarebbe diventato il chirurgo più famoso d'Italia per
le sue operazioni in zone di guerra,se non avesse avuto accanto una donna come
Teresa Sarti.
Era lei la presidente di Emergency,l'Ong che avevano concepito e creato insieme nel 1994.
Lei che fungeva da organizzatrice,lei che cercava i fondi e divideva con il marito le idee,
i progetti, le responsabilità."Abbiamo sempre condiviso tutto. Le sue scelte sono anche le mie,
siamo uniti dai medesimi ideali",aveva detto.Quando la notizia della sua morte,avvenuta a
63 anni e dopo due di malattia,è stata lanciata su Internet da Emergency,il sito è andato in
tilt per la quantità di contatti.
"Sono tutti straordinari dopo morti. Quando poi succede che lo erano veramente,si ha più
pudore a dirlo. Però per Teresa era vero",racconta l'attrice Lella Costa, che è sostenitrice
dell'Ong e amica personale degli Strada. Senza riuscire a trattenere le lacrime,ricorda di
Teresa Sarti" quella concretezza del fare che è una delle cose belle dell'essere lombardi.

Rosanna Biffi

17 set 2009

IL MITICO INCONTRO DONNE ITALIANE/DONNE OLANDESI











Inserisco immagini scattate con cellulare al buio.Non sono il massimo ma come si dice:meglio di niente.Baci Adri

All'ipotetico lettore


Ho messo la mia anima fra le tue mani.

Curvale a nido.

Essa non vuole altro che riposare in te.

Ma schiudile se un giorno la sentirai fuggire.

Fa' che siano allora come foglie e come vento,

assecondando il suo volo.

E sappi che l'affetto nell'addio

non è minore che nell'incontro.

Rimane uguale e sarà eterno.

Ma diverse sono talvolta le vie da percorrere

in obbedienza al destino.


( Margherita Guidacci )

16 set 2009

NON VOGLIO



Tutti i vostri strumenti hanno nomi bizzarri
e difficili, ma io vedo chiaro
e so che in fondo sono solamente
metri e gessetti con cui misurate
senza stancarvi.

Sfilate spilli di tra le labbra, 
come un sarto me li appuntate sull'anima
e dite: "Qui faremo un bell'orlo".
Dopo starai meglio".

Io non voglio che mi tagliate un pezzo d'anima!
Se ne ho troppa per entrare nel vostro mondo,
ebbene, non voglio entrarci.

Sono una poetessa
una farfalla, un essere
delicato, con le lai.
Se le strappate, mi torcerò sulla terra,
ma non per questo potrò diventare
una lieta e disciplinata formica.

Margherita Guidacci 

14 set 2009

PUDORE

Se qualcuna delle mie povere parole
ti piace
e tu me lo dici
sia pur solo con gli occhi
io mi spalanco
in un riso beato
ma tremo
come una mamma piccola, giovane
che perfino arrossisce
se un passante le dice
che il suo bambino è bello


Antonia Pozzi

12 set 2009

Ti auguro tempo

Non ti auguro un dono qualsiasi
ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
Ti auguro tempo,per divertirti e per ridere;
se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo,per il tuo fare e il tuo pensare,
non solo per te stesso,ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo,non per affrettarti a correre,
ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo,non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti,
tempo per stupirti e tempo per fidarti
e non soltanto per guardarlo sull'orologio.
Ti auguro tempo per toccare le stelle e tempo per crescere ,per maturare,
ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.
Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno,ogni tua ora come un dono.
Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo
Tempo per la vita.

Poesia Indiana

09 set 2009

ULTIMA SPIAGGIA


Saremo amanti su quest'ultima spiaggia dorata,
più vecchi, più saggi,
appena nati al nuovo, più lungo giorno.
potremo poi perderci nella rinascita
nella innocente dimenticanza...
ma fino alla prossima fine so che
ci incontreremo ancora su quest'ultima spiaggia.

(Ushla)