BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



10 gen 2009

COMPITO " OTTO PAROLE"

Tempo

Cuore

Spensierato

Attenzione

Dolore

Consapevolezza

Nebuloso

Vita

LE NOSTRE DIVERSITA'

Ma dov'ero mentre voi eravate cosi' impegnate, nelle lotte civili e sindacali?

Il sessantotto mi è passato accanto con le sue battaglie solo sfiorandomi, gli slogan, i cortei, i comizi non mi hanno coinvolto.

Dov'ero? Eppure eravamo quasi coetanee.

Ero concentrata su me stessa sui capovolgimenti della mia vita, in quel tempo che per definizione avrebbe dovuto essere spensierato e che era invece saturo di nuove responsabilità, accadimenti che scavavano a fondo nel cuore e lo confondevano, facendomi piombare impreparata nell'età adulta. Ero li con i miei coetanei ma vivevo esperienze completamente diverse da loro.

Mi sono sentita spesso estranea.

Non ero completamente consapevole delle lotte e del fermento di quegli anni, in fondo a me stessa condividevo gli ideali per cui si combatteva ma, non voglio accampare scuse , forse non ero pronta o semplicemente non ero nata per essere così battagliera!

Non vivevo nel contesto adatto ad una tale presa di coscienza, mi mancavano tanti troppi punti di riferimento, il mio mondo non era più così ben definito.

Anche nei primi anni di lavoro la mia attenzione era volta ad altre necessità , altri impellenti compiti fu un periodo talmente colmo di incalzanti fatti che rendevano i miei giorni nebulosi, ed il dolore mi impediva di essere distaccata e lucida. Mi rendo conto di aver vissuto diversi anni della mia vita assorbita da circostanze che mi hanno portato, anche nell'età adulta, a vivere esperienze fuori dalla norma per molti, privandomi di altre magari più condivisibili.

Credo che la cosa più bella del nostro incontro sia proprio questo mescolarsi di esperienze, queste diversità che ci arricchiscono ed uniscono, intensi vissuti che giungendo da percorsi differenti si sono ora intrecciati rendendo questo presente insieme più ricco.


Luisa




1 commento:

In punta di penna ha detto...

Ed io? Neppure io c'ero a contribuire a risvegliare la voglia di una identità diversa. Ero in un altro mondo, chiusa nel mio mondo a trovare da sola la forza per lottare e vincere sui miei mostri. Come in collegio, invasa da una solitudine che sembrava non darmi scampo. E seppure tra tante amiche mi sento sola quando i mostri si ripresentano. Mary