BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



14 dic 2008

Soprusi

Una donna è un soggetto e bisogna ricordarlo ai maschi e alle femmine.
In questo periodo si insinuano violenze diverse, arcaiche che tornano a funzionare e che sono definite in modo improprio.
Sono le violenze familiari di chi uccide la moglie e i bambini o solo la moglie, la ex-moglie, la ex-fidanzata.
In queste situazioni, se l'assassino è anche suicida si parla di depressione, di raptus e di desiderio di proteggere i figli, mentre dovremmo avere chiaro che sono atti compiuti in modo progressivo che raccontano la sensazione malata di poter disporre della vita degli altri, spesso con un copione costruito a lungo per punire e sopraffare.
Deve essere chiaro che il corpo e la vita di ogni persona sono inviolabili e dobbiamo batterci per questo, sempre.
di Roberta Giommi
Tratto da" Salute" 11/12/2008

1 commento:

In punta di penna ha detto...

Scrive molto bene questa dottoressa, non perdo un suo articolo, forse non riesco a capire meglio perché accadono certi terribili episodi, ma le sue sono parole che rimangono.
Ti abbraccio, Betty