BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



01 dic 2008

L'angioleto col carillon de la mama

Mi me ricordo che par el to compleano mama
t'aveimo fato trovar dentro a un pacheto,
de pano Lenci tuto rosa un angioleto
con el carillon sconto soto la sotana.

Subito l'angioleto te l'é sistemà sul bufeto
e ogni matina a la susta te ghe dasei un colpeto,
te piasea tanto farlo sonar chel sciantinin
da poder verzar la giornada col godesin.

Te le sonà tanti ani fin che'l s'ha impolvarà,
smarìo de color, ingialìo e tuto ofegà,
così un bel giorno par non butarlo via
nell'armaron de casa l'avemo messo via.

Co' i ani strati de coerte e trapuntini piegà
gavemo butà sora e po'... se l'emo dismentegà.
Non l'ho più visto, né più el me vegnù in mente
fin quando mama te si n'da via par sempre.

Trent'ani fa l'era, de domenica matina
che te ne lassà sole mi e la me butina
con tanta tristezza e col magon nel cor
in quela grande casa uda ma piena de dolor.

Me ricordo, n'daseimo su le scale par n'dar in leto
quando sentemo el carillon sonar con tanto afeto;
s'avemo fermà, guardà nei oci par zercarlo alora,
non ne parea vèra dopo tanti ani sentirlo ancora.

Con i zenoci moli ma el cor gonfio d'emozion
l'avemo trovà soto le coerte sconto nell'armaron.
Avemo pensà subito che de sicuro mama te seri tì
che te fasei sonar l'angioleto col carillon par mì

e anca par me fiola che te adoravi tanto,
che l'era el modo tuo par sugarne el pianto,
par ricordarne de contar sul to aiuto,
de non verghe paura e darne un ultimo saluto.

Lucia ( dialetto Bovolonese )

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Già mi avevi raccontato questo fatto
"strano" ma nel leggerlo mi sono commossa ed ho un nodo in gola,momenti di vita indimenticabili che fanno spuntare le lacrime ma insieme accarezzano il cuore.
Brava Lucia,
ti abbraccio Luisa

In punta di penna ha detto...

Anch'io sono commossa, è una poesia dal contenuto dolce e magico, reso ancora più piacevole dallo speciale dialetto.
Un forte abbraccio da Betty