BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



08 dic 2008

FUORI TEMA

Io non so scrivere in dialetto, poco anche in italiano a dire il vero, ma voglio condividere con voi la dolcezza di questa poesia di B.Barbarani ,che forse conoscete già,io la trovo deliziosa nella sua semplicità
Luisa


LA CUNA

Un late che spiuma
'na tenda che franse,
un tato che ruma,
'na vosse che pianse...

Al ciaro de luna
ho visto 'na cuna.

La camara granda
fodrada de speci,
el par che la spanda
el gusto dei veci,

che vede el neodo
stampado a so modo.

La porta se gira,
vien 'vanti un passeto,
el tato se tira
la man sul museto,

la mama lo basa
che trema la casa.

Bocheta de dama
bocheta de fraga:

mi son la to mama,
mi son la to maga...

La luna camina
de drio la tendina.

Che vuto tesoro
par far che te tasi?
Te cargo de oro,
te cuerso de basi...

La luna se ostina
de drio la tendina..

El tato fa segno
de ridar, po, el tase..
A lu, no ghe piase
che i tati de legno,

ma tanti e col s-ciopo
che diga :Te copo!

Ghe basta 'na s-cianta
de late, la teta,
la roba più santa
più dolce, più s-cieta;

ma lu no pol dirlo...
Bisogna capirlo...

La mama se mola
un poco el corpeto,
la boca se incola,
el tato l'è chieto...

La luna se inchina
de drio la tendina!

3 commenti:

In punta di penna ha detto...

Grazie per la bella poesia che già mi avevi fatto conoscere. Per quanto riguarda il fatto che tu non sappia scrivere bene, rileggi con calma le tue cose, secondo me cambi idea. Se non la cambiassi te la faccio cambiare io, la tua amica Betty.

In punta di penna ha detto...

condivido quello che dice Betty. Marisa

Anonimo ha detto...

condivido quello che ti dicono Betty e Marisa. Grazie Luisa per tutto ! lucia