BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



19 gen 2008

L'ASSENTE

Nei primi anni del mio matrimonio desideravo ardentemente un figlio. Ero felice, avevo l’amore di mio marito, non mi mancava nulla, ma il grande assente era un figlio.
Passavano gli anni e per ben tre volte al quinto mese lo perdevo.
Furono speranze vane illusioni, chimere.
Il mio stato d’animo andò a terra; poi mi misi il cuore in pace, anche per l’età.
Dopo più di undici anni, inaspettatamente, quando non ci pensavo più, arrivo il mio grande assente.
La felicità mi faceva impazzire, mi trovavo per strada a pregare e ringraziare Dio.
Fu una gioia indescrivibile quando finalmente potei stringere al cuore la mia creaturina bella e sana.
Avevo la stanza piena di fiori, come se fosse nato un principe.
I poeti del Vernacolo Veronese gli dedicarono la poesia che trascrivo:

Te si vegnù dal ciel
zo da le stele
portado pian dal vento de la sera
ciari de luna te fasea da vele
par farte lume su sta tera nera.

Te si vegnù così
Vitorio mio
quando nessun ormai te spetava
come na rosa sbociada ne la via
che nei tramonti za la se scurava.

E mi e la mama
co qualche filo bianco
regal dei ani che ne passa vissin
semo tornà con ti
par ti d’incanto
speseti novi,
che nina un passarin.

Tornà l’è primavera
co sta cuna
tornà le nine nane de na olta
e par sto fior
portado dalla luna
ciamo dal ciel par ti …
tanta fortuna.


Ivana 23/11/2007

Nessun commento: