BENVENUTE

Ciao a tutte,
Benvenute nel blog "inpuntadipenna2007"
Questa iniziativa ci offre ulteriori occasioni
di scrittura e di scambio di relazioni.
Una volta in più avremo così modo di stare insieme,
di condividere interessi ed esperienze.
Un contributo di crescita ed amicizia per il nostro
gruppo di scrittura molto speciale.
Che un buon demone ci accompagni.
Corinna



13 dic 2007

AMORI D'INFANZIA

Non ricordo in particolare bigliettini se non sotto forma di pettegolezzo tipo “Anna ama Marco” che, quando erano scoperti dall'insegnante o da altro adulto, suscitavano rossori, imbarazzi, smentite ed infine ammissioni.

Ricordo invece il mio primo corteggiatore e aspirante marito. Si chiamava anzi si chiama Carlo Antonio è diventato un affermato geometra, un pezzo d'uomo ed ha figli adulti come tutti quelli della mia età. Era il fratello di un'amica di una cugina con cui sono praticamente cresciuta e, a quel tempo, avevo 5 0 6 anni, non mi aveva mai dimostrato una grande simpatia; anzi litigavamo spesso quando ci affidavano alla rispettiva sorella e cugina che erano già adolescenti e che ci tenevano a distanza perché attratte da interessi diversi. Era anche un bimbo piuttosto grassoccio, quasi obeso direi, quindi piuttosto lontano dalle mie aspirazioni se ne avevo qualcuna.

Eravamo ad una sfilata di mascherine, l'ultimo di carnevale e, non so per quale ragione, mentre le nostre “baby sitter” parlavano di fidanzatini, io avevo espresso la mia simpatia per uno dei figli del farmacista del paese che aveva giusto la mia età ma che, credo, non mi prendesse minimamente in considerazione. Alla mia affermazione Carlo Antonio era diventato rosso di collera e, pestando i piedi, aveva detto che io dovevo sposarlo, che avrei dovuto essere sua moglie una volta cresciuta, che lui voleva me. A mia volta io mi misi a piangere e a strillare che non lo volevo. Preoccupate per il tumulto sorella e cugina cercarono di sedare la lite e di capirne le ragioni. Sentite le ragioni di Carlo Antonio si rivolsero a me e chiesero la ragione per cui non ne volevo sapere, io dissi: “Ma quello è grasso e io non voglio sposarlo, voglio sposare Alberto che è magro e ricco!” (Non è andata così!)


Anita

Nessun commento: